Metodo Organizzazione

TI È MAI CAPITATO…

TI È MAI CAPITATO…

  • Di non avere ruoli e compiti chiari e definiti in azienda?
  • Di aver la sensazione che tutte le attività siano urgenti?
  • Di aver paura che venendo a mancare Tu in azienda, la stessa possa implodere?
  • Di non riuscire a delegare a figure “manageriali” che possano liberare il tuo tempo?
  • Di dover controllare continuamente tutto, per poter affermare con sicurezza “la mia azienda funziona”?

L’organizzazione giusta per un solido futuro
della tua azienda.

L’organizzazione giusta per un solido futuro della tua azienda.

Nella nostra esperienza, 9 aziende su 10, hanno una organizzazione “self made man”, improvvisata e con una programmazione giornaliera o, nei casi migliori, settimanale. Oggi resistono alle intemperie del mercato solo le aziende che si affidano a sistemi organizzativi collaudati, che hanno sempre sotto controllo la gestione commerciale, produttiva ed amministrativa.
Nella nostra esperienza, 9 aziende su 10, hanno una organizzazione “self made man”, improvvisata e con una programmazione giornaliera o, nei casi migliori, settimanale. Oggi resistono alle intemperie del mercato solo le aziende che si affidano a sistemi organizzativi collaudati, che hanno sempre sotto controllo la gestione commerciale, produttiva ed amministrativa.

Ma è così importante riorganizzare un’azienda?

Ma è così importante riorganizzare un’azienda?

Riorganizzare un’azienda è effettivamente una cosa rimandabile: la puoi posticipare a domani, poi a dopodomani e così via. Puoi continuare a fare le cose “come le hai sempre fatte” e puoi anche evitare di delegare, semplicemente mantenendo il controllo su tutto, dalla mattina alla sera. Vivendo però con l’impossibilità di assentarti per una settimana, senza che qualcosa non vada avanti o che qualche risultato importante non venga raggiunto. Puoi anche non occuparti della formazione dei tuoi collaboratori, in modo che non si facciano troppe domande e non facciano niente che non esuli da quanto è stato loro assegnato!
Riorganizzare un’azienda è effettivamente una cosa rimandabile: la puoi posticipare a domani, poi a dopodomani e così via. Puoi continuare a fare le cose “come le hai sempre fatte” e puoi anche evitare di delegare, semplicemente mantenendo il controllo su tutto, dalla mattina alla sera. Vivendo però con l’impossibilità di assentarti per una settimana, senza che qualcosa non vada avanti o che qualche risultato importante non venga raggiunto. Puoi anche non occuparti della formazione dei tuoi collaboratori, in modo che non si facciano troppe domande e non facciano niente che non esuli da quanto è stato loro assegnato!

Niente di più sbagliato!

Niente di più sbagliato!

Arriva un momento in cui ti accorgi che non puoi più fare a meno di darti un’impostazione organizzata! Allora scopri che diventa improvvisamente “urgente” organizzarsi, definire i ruoli, organizzare riunioni, numeri di controllo e formare un management intermedio, in grado di gestire in autonomia i sotto-risultati necessari alla vita dell’azienda. Ma tutto questo è impossibile in breve tempo. Il nostro metodo accompagna l’azienda in una crescita organizzativa sostenibile, partendo dallo stato attuale e proiettandola in un solido futuro!
Arriva un momento in cui ti accorgi che non puoi più fare a meno di darti un’impostazione organizzata! Allora scopri che diventa improvvisamente “urgente” organizzarsi, definire i ruoli, organizzare riunioni, numeri di controllo e formare un management intermedio, in grado di gestire in autonomia i sotto-risultati necessari alla vita dell’azienda. Ma tutto questo è impossibile in breve tempo. Il nostro metodo accompagna l’azienda in una crescita organizzativa sostenibile, partendo dallo stato attuale e proiettandola in un solido futuro!
Proprio per questo abbiamo creato il Metodo ORGANIZZAZIONE EFFICACE che in 12 + 1 passi ti garantirà la vittoria nella tua riorganizzazione aziendale.
Proprio per questo abbiamo creato il Metodo ORGANIZZAZIONE EFFICACE che in 12 + 1 passi ti garantirà la vittoria nella tua riorganizzazione aziendale.

Risultato garantito in 12 passi + 1.

  • 1. SCOPRI COSA NON TI DICONO I COLLABORATORI
    1. SCOPRI COSA NON TI DICONO I COLLABORATORI

    Grazie all’ausilio di un’analisi delle potenzialità personali, da restituire con coaching individuale ai collaboratori della tua azienda, avrai una mappa che ti indicherà la strada delle potenzialità e le aree di miglioramento individuali, oltre all’interpretazione del sistema organizzativo e di leadership vissuto e percepito. Questo è l’inizio del cambiamento individuale, che coinvolgerà tutta l’azienda e che ti permetterà di scoprire se i talenti presenti in azienda possono essere più efficaci a svolgere altre mansioni.

  • 2. FOTO ORGANIZZAZIONE ATTUALE
    2. FOTO ORGANIZZAZIONE ATTUALE

    Sulla base di interviste individuali, disegneremo l’organizzazione attuale per comprendere quali sono i plus e il “Know How” del vostro metodo, che, se pur impostato senza un principio organizzativo strutturato, ha portato comunque dei risultati nel tempo. Questo metodo diventerà uno dei pilastri della nuova riorganizzazione personalizzata e basata sulle vostre esigenze, che permetterà un maggiore coinvolgimento degli “anziani” aziendali e ridurrà la resistenza al cambiamento delle abitudini.

  • 3. DISEGNO ORGANIGRAMMA FUNZIONALE TO-BE (FUTURO)
    3. DISEGNO ORGANIGRAMMA FUNZIONALE TO-BE (FUTURO)

    Sulla base delle attività organizzative e dei principi manageriali più aggiornati, disegneremo l’organigramma funzionale base dell’azienda, identificando i risultati e i sotto-risultati che ogni reparto dovrà raggiungere in autonomia. Proporremo i futuri Responsabili di area e la nuova struttura organizzativa sarà sottoposta alla Direzione per approvazione.

  • 4. STESURA MACRO-PROCESSI ORGANIZZATIVI
    4. STESURA MACRO-PROCESSI ORGANIZZATIVI

    L’organigramma darà una visione “verticale” dell’azienda, o meglio, a reparti. È fondamentale conoscere e condividere le relazioni tra reparti e le regole da seguire. Si tratta di un’attività di disegno dei processi e flussi organizzativi che, come sempre, dovrà prima essere approvato e condiviso dalla Direzione.

  • 5. GAP DI MANSIONARIO
    5. GAP DI MANSIONARIO

    Una seconda fase di interviste servirà invece ad aiutare i responsabili di ogni reparto a costruire e conoscere i mansionari del proprio reparto. Si tratta di un metodo efficace per identificare quali sono tutte le attività necessarie da compiere, per raggiungere il risultato con più efficacia. In questa fase vengono anche rilevati i GAP (mancanze) che rallentano i responsabili nel raggiungere in autonomia i risultati di reparto.

  • 6. REVISIONE DEI PROCESSI
    6. REVISIONE DEI PROCESSI

    Una volta approvati, i mansionari diventano il manuale di funzionamento delle attività dell’azienda, in cui vengono individuati i processi di collegamento tra reparti, sia in termini di informazioni, che di documentazione, tempistiche di consegna e standard di invio/ricezione. In questo modo il flusso aziendale è continuativo, senza mai tornare al reparto precedente.

  • 7. FORMAZIONE MANAGERIALE E DEI COLLABORATORI
    7. FORMAZIONE MANAGERIALE E DEI COLLABORATORI

    Ci occuperemo della formazione sulla responsabilità individuale e collettiva, comunicazione, leadership, kit del manager ed altra formazione tecnica, sulla base di un progetto costruito ad-hoc sull’esigenza aziendale.

  • 8. AFFIANCAMENTO DI IMPLEMENTAZIONE ORGANIZZAZIONE
    8. AFFIANCAMENTO DI IMPLEMENTAZIONE ORGANIZZAZIONE

    I responsabili saranno affiancati per l’applicazione della nuova organizzazione, fin quando i GAP non saranno colmati e sapranno controllare in autonomia i risultati del loro reparto, utilizzando gli strumenti organizzativi implementati e condivisi.

  • 9. INTRODUZIONE KPI E INCENTIVAZIONE
    9. INTRODUZIONE KPI E INCENTIVAZIONE

    Una volta riorganizzati tutti i rami d’azienda, passare ad un controllo di gestione a 360° sarà un passo semplice. Tutti i reparti saranno associati a risultati di budget stabiliti con la Direzione e, sulla base dell’andamento della performance, verranno individuati gli incentivi su base meritocratica.

  • 10. BUDGETING E REPORTING ECONOMICO E FINANZIARIO
    10. BUDGETING E REPORTING ECONOMICO E FINANZIARIO

    Una riorganizzazione effettuata senza valutare la performance in termini numerici porta solo a dei risultati parziali. In ogni azienda imposteremo un sistema di controllo del budget economico e finanziario, su base mensile o trimestrale. Tutto ciò garantirà di non perdere mai la bussola e di prendere il controllo dei risultati reddituali e finanziari, con una maggiore consapevolezza delle azioni da intraprendere in futuro, in modo chiaro ed organizzato.

  • 11. TEAM BUILDING E RUOTA DEL TEAM
    11. TEAM BUILDING E RUOTA DEL TEAM

    I risultati aziendali sono diretta conseguenza delle interazioni che entrano in gioco tra le persone presenti in azienda. Ma come si possono ottenere senza fiducia reciproca ed una carta dei valori da rispettare come gruppo? L’integrazione di questi valori è quello che garantisce lo sblocco delle resistenze individuali maturate negli anni vissuti in azienda, per generare un fragoroso cambiamento positivo.

  • 12. TRASPARENZA RETRIBUTIVA
    12. TRASPARENZA RETRIBUTIVA

    La trasparenza retributiva è un sistema di limpidezza ed etica, anche dal punto di vista dei salari/stipendi erogati sulla base di regole condivise con il personale. In base a schede di valutazione, ruoli ricoperti e competenze maturate, tutta l’organizzazione avrà ben chiara la metodologia di incentivazione meritocratica individuale. La trasparenza retributiva è anche oggi un valido posizionamento strategico per l’attrazione di talenti dal mercato ed uno dei migliori sistemi di motivazione del personale.

Risultato garantito in 12 passi + 1.

  • 1. SCOPRI COSA NON TI DICONO I COLLABORATORI
    1. SCOPRI COSA NON TI DICONO I COLLABORATORI

    Grazie all’ausilio di un’analisi delle potenzialità personali, da restituire con coaching individuale ai collaboratori della tua azienda, avrai una mappa che ti indicherà la strada delle potenzialità e le aree di miglioramento individuali, oltre all’interpretazione del sistema organizzativo e di leadership vissuto e percepito. Questo è l’inizio del cambiamento individuale, che coinvolgerà tutta l’azienda e che ti permetterà di scoprire se i talenti presenti in azienda possono essere più efficaci a svolgere altre mansioni.

  • 2. FOTO ORGANIZZAZIONE ATTUALE
    2. FOTO ORGANIZZAZIONE ATTUALE

    Sulla base di interviste individuali, disegneremo l’organizzazione attuale per comprendere quali sono i plus e il “Know How” del vostro metodo, che, se pur impostato senza un principio organizzativo strutturato, ha portato comunque dei risultati nel tempo. Questo metodo diventerà uno dei pilastri della nuova riorganizzazione personalizzata e basata sulle vostre esigenze, che permetterà un maggiore coinvolgimento degli “anziani” aziendali e ridurrà la resistenza al cambiamento delle abitudini.

  • 3. DISEGNO ORGANIGRAMMA FUNZIONALE TO-BE (FUTURO)
    3. DISEGNO ORGANIGRAMMA FUNZIONALE TO-BE (FUTURO)

    Sulla base delle attività organizzative e dei principi manageriali più aggiornati, disegneremo l’organigramma funzionale base dell’azienda, identificando i risultati e i sotto-risultati che ogni reparto dovrà raggiungere in autonomia. Proporremo i futuri Responsabili di area e la nuova struttura organizzativa sarà sottoposta alla Direzione per approvazione.

  • 4. STESURA MACRO-PROCESSI ORGANIZZATIVI
    4. STESURA MACRO-PROCESSI ORGANIZZATIVI

    L’organigramma darà una visione “verticale” dell’azienda, o meglio, a reparti. È fondamentale conoscere e condividere le relazioni tra reparti e le regole da seguire. Si tratta di un’attività di disegno dei processi e flussi organizzativi che, come sempre, dovrà prima essere approvato e condiviso dalla Direzione.

  • 5. GAP DI MANSIONARIO
    5. GAP DI MANSIONARIO

    Una seconda fase di interviste servirà invece ad aiutare i responsabili di ogni reparto a costruire e conoscere i mansionari del proprio reparto. Si tratta di un metodo efficace per identificare quali sono tutte le attività necessarie da compiere, per raggiungere il risultato con più efficacia. In questa fase vengono anche rilevati i GAP (mancanze) che rallentano i responsabili nel raggiungere in autonomia i risultati di reparto.

  • 6. REVISIONE DEI PROCESSI
    6. REVISIONE DEI PROCESSI

    Una volta approvati, i mansionari diventano il manuale di funzionamento delle attività dell’azienda, in cui vengono individuati i processi di collegamento tra reparti, sia in termini di informazioni, che di documentazione, tempistiche di consegna e standard di invio/ricezione. In questo modo il flusso aziendale è continuativo, senza mai tornare al reparto precedente.

  • 7. FORMAZIONE MANAGERIALE E DEI COLLABORATORI
    7. FORMAZIONE MANAGERIALE E DEI COLLABORATORI

    Ci occuperemo della formazione sulla responsabilità individuale e collettiva, comunicazione, leadership, kit del manager ed altra formazione tecnica, sulla base di un progetto costruito ad-hoc sull’esigenza aziendale.

  • 8. AFFIANCAMENTO DI IMPLEMENTAZIONE ORGANIZZAZIONE
    8. AFFIANCAMENTO DI IMPLEMENTAZIONE ORGANIZZAZIONE

    I responsabili saranno affiancati per l’applicazione della nuova organizzazione, fin quando i GAP non saranno colmati e sapranno controllare in autonomia i risultati del loro reparto, utilizzando gli strumenti organizzativi implementati e condivisi.

  • 9. INTRODUZIONE KPI E INCENTIVAZIONE
    9. INTRODUZIONE KPI E INCENTIVAZIONE

    Una volta riorganizzati tutti i rami d’azienda, passare ad un controllo di gestione a 360° sarà un passo semplice. Tutti i reparti saranno associati a risultati di budget stabiliti con la Direzione e, sulla base dell’andamento della performance, verranno individuati gli incentivi su base meritocratica.

  • 10. BUDGETING E REPORTING ECONOMICO E FINANZIARIO
    10. BUDGETING E REPORTING ECONOMICO E FINANZIARIO

    Una riorganizzazione effettuata senza valutare la performance in termini numerici porta solo a dei risultati parziali. In ogni azienda imposteremo un sistema di controllo del budget economico e finanziario, su base mensile o trimestrale. Tutto ciò garantirà di non perdere mai la bussola e di prendere il controllo dei risultati reddituali e finanziari, con una maggiore consapevolezza delle azioni da intraprendere in futuro, in modo chiaro ed organizzato.

  • 11. TEAM BUILDING E RUOTA DEL TEAM
    11. TEAM BUILDING E RUOTA DEL TEAM

    I risultati aziendali sono diretta conseguenza delle interazioni che entrano in gioco tra le persone presenti in azienda. Ma come si possono ottenere senza fiducia reciproca ed una carta dei valori da rispettare come gruppo? L’integrazione di questi valori è quello che garantisce lo sblocco delle resistenze individuali maturate negli anni vissuti in azienda, per generare un fragoroso cambiamento positivo.

  • 12. TRASPARENZA RETRIBUTIVA
    12. TRASPARENZA RETRIBUTIVA

    La trasparenza retributiva è un sistema di limpidezza ed etica, anche dal punto di vista dei salari/stipendi erogati sulla base di regole condivise con il personale. In base a schede di valutazione, ruoli ricoperti e competenze maturate, tutta l’organizzazione avrà ben chiara la metodologia di incentivazione meritocratica individuale. La trasparenza retributiva è anche oggi un valido posizionamento strategico per l’attrazione di talenti dal mercato ed uno dei migliori sistemi di motivazione del personale.

Prenota una dimostrazione

Prenota una dimostrazione di un’ora del nostro metodo “ordinato o disordinato” e scoprirai dove il 25% dei tuoi utili viene sprecato

Prenota una dimostrazione

Prenota una dimostrazione di un’ora del nostro metodo “ordinato o disordinato” e scoprirai dove il 25% dei tuoi utili viene sprecato

TESTIMONIANZE METODO ORGANIZZAZIONE

TESTIMONIANZE METODO ORGANIZZAZIONE

Prenota una dimostrazione