10 modi per motivare i tuoi collaboratori

June 26, 2017

L’ultima cosa che un manager vuole è che i suoi collaboratori abbiano ansia o paura di andare ogni giorno a lavoro. Dal momento che trascorriamo una larga parte del nostro tempo a lavoro, è importante che i manager facciano il possibile per renderlo tempo piacevole, interessante e ben speso.

Un manager dallo stile dittatoriale con mancanza di empatia e condivisione, potrà anche produrre buoni risultati, ma alla fine la ricerca  forzata del profitto lo porterà al fallimento. I migliori manager provano a mantenere un bilancio relazionale con l’80% di apprezzamento e 20% di stress salutare. Anche se questo non è sempre possibile, è il loro obiettivo.

 

Scopriamo ora 10 modi per motivare (gratuitamente) i tuoi collaboratori!

 

 

1. Informazione

Per creare un team felice e di successo, i migliori manager si assicurano di essere ben informati in ogni area del loro business, e di avere le risorse necessarie per acquisire le informazioni che ancora non hanno. Sono responsabili ed accurati nelle indicazioni che danno agli altri, seguono il loro intuito e sono ben connessi nel loro settore.

Queste abilità li rendono una “base sicura” e un solido alleato per gli altri membri della squadra. Più un manager è informato, più sarà un buon coach, e più sarà di ispirazione e guida per i suoi dipendenti.

 

2. Praticità

Capire e studiare i principi base del management è il primo passo per applicare una vasta gamma di questi insegnamenti per indirizzare e supportare ogni dipendente con le necessità e problematicità che presenta. I manager devono essere riflessivi e abili nel prendere le decisioni e a trovare soluzioni ai problemi.

Il successo arriva con maggiore facilità quando le indicazioni e le aspettative sono comunicate chiaramente alla vostra squadra. Queste abilità pratiche sono fondamentali nel generare un ambiente di lavoro felice e produttivo.

 

3. Ottimismo

I manager devono essere ottimisti e positivi. È meglio per loro e per gli affari ad ogni livello. E sono anche sicuri del loro ‘stare bene’ con se stessi, per così dire. Ogni giorno danno un tono positivo al team con il loro umore ottimista e collaborativo.

Un manager freddo e ‘meccanico’, nella maggior parte dei casi, fa partire il proprio team con il piede sbagliato ogni giorno. È molto più difficile ottenere un successo lavorando in condizioni si oppressione e negatività.

 

4. Stress management

Quando si è stressati tutti possiamo commettere l’errore di perdere la pazienza e trattare male il prossimo. I top manager si vantano si avere intelligenza emotiva e di essere campaci di mantenere l’aplomb. Dal momento che sanno come trattare il proprio stress, sono anche capaci di aiutare i membri della propria squadra a risolvere il problema stress quando ne hanno più bisogno. Per ridurre lo stress, i manager si assicurano che i dipendenti abbiano il tempo necessario per apprendere e crescere personalmente e professionalmente. Questo tipo di approccio manageriale è basato sul bilanciamento. Quando le cose sono in equilibrio è più facile raggiungere e mantenere il successo.

 

5. Amare ciò che si fa

I manager migliori sono quelli che amano ciò che fanno. E proprio per questo amore si vedono come degli “studenti”. Investono tempo e risorse in educazione, training e sviluppo personale.

È sempre di grande ispirazione stare a contatto con una persona così affamata di crescita e miglioramento personale. Quando il manager ha questo interesse e passione, è innegabile che diventi contagioso per chi ci lavora insieme. I grandi manager hanno la consapevolezza che l’unico modo per stare in vetta nella competizione è di crescere, sia individualmente che come team.

 

6. Leadership

 Un modo sano di migliorare le proprie abilità di leadership è quello di proporre esercizi e pratiche di lavoro di squadra che aiutino a rilasciare il pieno potenziale del team. I manager di successo si concentrano sull’insegnare ai membri del proprio team a lavorare con gli altri, piuttosto che contro gli altri. Tengono la squadra coesa dando valore allo spirito di gruppo piuttosto che alla competizione nel gruppo.

 

7. Motivare

I manager migliori hanno una forte motivazione personale e sono capaci di motivare gli altri. Si chiedono continuamente come possano aumentare il morale del team con nuove tattiche che tengano la passione al top.

Per avere successo ed essere ben voluti, i manager coltivano le relazioni personali e cercano di motivare i collaboratori bilanciando tra felicità ed obiettivi. Cercano di ispirare la squadra definendo gli obiettivi come parte di qualcosa più grande che chiudere il prossimo contratto. Un ambiente di lavoro collaborativo tra i dipendenti, e tra i dipendenti e il manager è fondamentale per un team coeso e di successo.

 

8. Ricerca dell’eccellenza

Il manager deve pretendere il meglio, da se stesso e dal team. Non si accontenta di un magro risultato, sa che questo si riflette sulla sua abilità di gestire i collaboratori al meglio, così come si riflette sulla capacità dei dipendenti di raggiungere il massimo. Il capo deve incoraggiare la condivisione di nuove idee e offrire incentivi, bonus o commissioni, in modo che la propria squadra pensi fuori dagli schemi. Non può tollerare che si parli male di altri dipendenti, dei clienti o dei venditori, ricordando sempre che tutti possono sbagliare. Deve mantenere il team concentrato sulle soluzioni, non sui problemi. Ed incoraggiare i dipendenti ad essere per prima cosa delle brave persone, non solo dei bravi lavoratori.

 

9. Qualità

I top manager si occupano della qualità di ciò che il team produce. La quantità e la produttività sono importanti all’inizio dell’ordine, ma sono la qualità del servizio e l’affidabilità del prodotto che determinano il valore del contratto alla fine.

Il manager deve saper ottimizzare il tempo, le abilità e le conoscenze di ognuno. I team di maggiore successo e soddisfazione sono quelli in cui si ha conoscenza del processo e dei risultati: i membri del team devono avere conoscenza del proprio valore, del prodotto che vendono, di coloro che useranno quel prodotto e dell’importanza di raggiungere risultati di qualità.

 

10. Condivisione del successo

Il manager desidera avere un impatto significativo sul proprio team ed è guidato nel fare la differenza, una differenza emotiva, sui membri del team. Per questo vanno festeggiati i risultati di ognuno, sapendo che ciascuno è capace di fare un buon lavoro. Il manager si concentra sulla soluzione, ed è generoso con il suo tempo ed attenzione da dedicare a qualcuno che ne ha bisogno. Il benessere dei propri collaboratori è centrale perché quando le persone si sentono importanti gestiscono tutto ciò che fanno e raggiungono con più cura.

 

 

LUCA GRASSI Dopo 15 anni come imprenditore nel 2004 inizia la sua formazione con una primaria azienda a carattere nazionale mettendo a frutto una proficua esperienza nel campo della formazione delle risorse umane e consulenza direzionale. Fino a quando nel gennaio 2009 decide di tornare a fare l'imprenditore come Temporary Manager e fonda il progetto CONCORDIA SAS grazie all'unicità di partner e collaboratori che ne determinano la crescita. 
Attualmente formatore ufficiale di Elite Academy.

 

 

I MIEI PROSSIMI CORSI IN AULA:

 

► STRESS MANAGEMENT, impara a gestire lo stress

► EFFECTIVE DECISION MAKING, imparare a prendere le decisioni giuste

► HIGH PERFORMANCE PRESENTATION, convincere il tuo pubblico in 3 minuti

► EFFECTIVE COACHING, tecnologia di sviluppo dei collaboratori

► CHANGE MINDSET, come cambiare quando cambiare è difficile
 

 

Se non vuoi perderti nessun articolo sulla tua mail

ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE AL BLOG!

 

 

 

 

Please reload

Iscriviti al Blog

Rimani sempre aggiornato e formato!

 

ISCRIVITI AL BLOG

Post in evidenza

50 citazioni per ispirarti al meglio

March 25, 2018

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Cerca per tag