Come iniziare un business (da zero)

March 3, 2017

Anche te, come centinaia di migliaia di italiani vuoi iniziare un business tutto tuo? Naturalmente,  ci sono decine di ostacoli che separano l’idea dalla realizzazione. Hai la motivazione giusta? E il tempo da dedicare allo studio della nuova attività? La tua idea è davvero concreta e realizzabile?

 

Ma la maggior parte delle persone incontra l’ostacolo più grande comprendendo di aver bisogno di soldi per iniziare un business, soldi che non hanno.

 

 

Considera però che ci sono: prestiti, finanziamenti statali, contributi a fondo perduto, e altre opzioni per raccogliere denaro, come il crowdfunding; insomma i soldi non sono una buona scusa per non iniziare un’impresa. Inoltre ci sono alcuni tipi di business che puoi iniziare praticamente senza denaro.

 

Che cosa ti serve per iniziare un business (da zero)

Per prima cosa devi capire che cosa richiede ‘formalmente’ iniziare un’attività, e quali elementi vanno pagati e quanto.

 

●    Pianificazione. Devi escogitare un Business Plan e un modello finanziario, ma puoi farlo da solo, gratis (per capire come costruire un Business Plan clicca QUI), in alternativa ti consiglio di rivolgerti ad un esperto che ti costerà qualcosa, ma sarà di grande aiuto a porre rapidamente solide fondamenta al tuo business.

 

●    Licenze e Marchi. Se hai intenzione di proteggere la tua idea, dovrai compilare qualche scartoffia, ma probabilmente non ti costerà più di qualche centinaio di euro, a seconda del tipo di licenza o marchio. La protezione del marchio è fondamentale e molti investitori, già con questi due punti, Business Plan e marchio registrato, capiscono che non stanno parlando con la classica “idea tra amici”.

 

●    Il nome del dominio. Dovrai investire sul tuo marchio online da subito. Ti suggerisco di rimanere il più professionale possibile, ma se il tuo prodotto è davvero valido puoi anche provare un approccio più essenziale. Spesso tutto quello di cui hai bisogno per definire tuo brand all’inizio è di un dominio accattivante, e puoi acquistarlo per meno di 10 euro (se riesci a trovarne uno non preso!). Io uso “Aruba” per comprare i domini.

 

●    Un sito internet. Costruire un sito internet con l’aiuto di un editor è gratis ed intuitivo. Il tuo primo sito internet non ti costerà niente a parte il tempo. Suggerisco di partire semplicemente con una piattaforma usata largamente, come Wordpress o Wix. Questo sito sul quale sei atterrato/a è interamente costruito internamente, quindi non è molto difficile!

 

●    Marketing. Il Marketing ha la pessima reputazione di essere un’attività costosa, ma ci sono decine di tattiche veramente efficaci che possono essere perseguite, con il solo investimento del tuo tempo. Social media marketing, SEO, e content marketing fanno tutte al caso tuo, e onestamente, è tutto ciò di cui hai bisogno, se non conosci queste materie forse è il caso di diventare un po' più curioso e cercare on-line, ci sono ottime informazioni gratuite da scoprire per attirare potenziali clienti.

 

●    Equipment. Strumenti, uffici, e ogni altra cosa tangibile possono essere delle voragini mangia soldi, ma non tutti i business ne hanno bisogno. Alcune attività non richiedono alcuna di queste cose, come spiegherò tra breve.

 

●    Prodotti. Alla fine, tutti i business vendono qualcosa, il che significa che c’è bisogno di qualche forma di investimento iniziale. Anche se molti servizi possono essere eseguiti con un investimento di tempo, più che di denaro.

 

 

Tipi di business per cominciare (da zero).

Insomma quali tipi di business possono essere iniziati senza grossi grattacapi finanziari? La prima parte di quest'articolo sottintende che tu abbia già un'idea di base... ma se tu non ce l'avessi ho raccolto qui di seguito per te i Business che hanno il rapporto facilità/velocità di ritorno più alto nel breve periodo.

 

1. Creazioni personali.

C’è la possibilità di realizzare creazioni personali artistiche o di artigianato. Ad esempio, se sei un pittore, puoi vendere le tue opere investendo niente più che in materiali artistici e il tuo tempo. Piattaforme come Etsy, eBay e Amazon aiutano a trarre profitto dal tuo lavoro.

 

2. Servizi a domicilio.

I servizi non prevedono alcun investimento iniziale, perché sono beni intangibili. Se lavori a casa delle persone o nel quartiere, non hai bisogno di una sede fisica per svolgere la tua attività. Ad esempio, potresti iniziare con servizi di babysitter, dogsitter, o qualcosa come giardinaggio o spalare la neve, a seconda della stagione e del luogo.

 

3. Riparazioni o servizi specifici alle tue abilità.

Se possiedi abilità specifiche, puoi far fruttare il tuo lavoro da esperto. Ad esempio, se sei un tipo tuttofare puoi offrire le tue capacità a quei privati che non si intendono di riparazioni domestiche.

 

Esattamente come per i servizi a domicilio, questo tipo di attività non richiede una sede fisica, e non necessita di nessun investimento iniziale, fatta eccezione forse per gli strumenti che ti serviranno per lavorare, che varia a seconda dei casi.

 

4. Consulenza.

Molti lavoratori pensano di diventare imprenditori solo dopo aver collezionato diversi anni di esperienza professionale. Pensa all’azienda in cui lavori, e a quanto sei stato in grado di imparare in questo tempo. Professionisti, o imprenditori di startup saranno lieti di pagare per la vostra esperienza. La consulenza è un servizio che costa solo in termini di tempo, ma deve essere considerata un’opportunità professionale di alto valore.

 

5. Rivendita.

L’idea alla base della rivendita è semplice: acquisti prodotti e li vendi ad altre persone. Puoi usare dropshipping o wholesaling per acquisire i prodotti. Con dropshipping, spedisci direttamente dal produttore (e mantieni un profitto piuttosto basso), ma non necessiti di alcun investimento iniziale. Con wholesaling, hai bisogno di denaro e spazio fin da subito, ma ottieni più controllo sul business e più profitto.

 

6. Microimpresa.

Naturalmente puoi anche raggruppare diverse opportunità di microimpresa e share-economy. Ad esempio, puoi fare da autista per servizi tipo Uber, o affittare la casa tramite AirBnb o trovare servizi del genere che facciano uso di cose che giù possiedi.

 

Dopo che il tuo business ha iniziato a farti guadagnare, la mancanza del capitale iniziale diventerà un problema minore. Puoi mettere da parte i profitti della tua impresa e reinvestirli per accrescere il tuo business.

 

Spero che adesso avrai capito di non aver bisogno di un grande capitale per iniziare un’attività. Infatti puoi iniziare con praticamente niente. Devi solo conoscere che tipo di business funzioni meglio per te e soprattutto cerca di circondarti di collaboratori validi ricordandoti che:

 

Se hai deciso di intraprendere un Business ricorda sempre che l'idea è tua. Non incolpare i collaboratori se le cose non vanno, non è il loro progetto, è e sarà per sempre il tuo progetto!!

 

 

 

LUCA GRASSI Dopo 15 anni come imprenditore nel 2004 inizia la sua formazione con una primaria azienda a carattere nazionale mettendo a frutto una proficua esperienza nel campo della formazione delle risorse umane e consulenza direzionale. Fino a quando nel gennaio 2009 decide di tornare a fare l'imprenditore come Temporary Manager e fonda il progetto CONCORDIA SAS grazie all'unicità di partner e collaboratori che ne determinano la crescita. 

Attualmente formatore ufficiale di Elite Academy.

 

 

 

Se hai trovato questo articolo interessante e devi affrontare un cambiamento nella tua vita, dai un occhio ALLE DATE del mio PROSSIMO CORSO di:

 

"Change Mindset: come cambiare quando cambiare è difficile"

 

 

 

Please reload

Iscriviti al Blog

Rimani sempre aggiornato e formato!

 

ISCRIVITI AL BLOG

Post in evidenza

50 citazioni per ispirarti al meglio

March 25, 2018

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Cerca per tag