Tipi di carattere... sai chi sei?

 

LE 10 CARATTERISTICHE BASE DEL TIPO DI CARATTERE DI OGNI PERSONA

CHE DEVI CONOSCERE

 

Ogni persona ha 10 caratteristiche emotive che ne guidano i comportamenti e le azioni... avete mai fatto caso che le persone tendono a ripetere sempre gli stessi atteggiamenti?

 

Ecco quali sono le 10 caratteristiche che guidano ogni persona:

 

1) organizzazione

2) ottimismo

3) ansia

4) rigidità

5) energia

6) orientamento al risultato

7) responsabilità

8) criticismo

9) empatia

10) libertà di espressione

 

1) ORGANIZZAZIONE

 

E’ la capacità di fissare attenzione sul risultato e mantenerla nonostante le possibili distrazioni nonché di programmazione e di definizione delle priorità. E' la capacità di mantenere standard di qualità elevati con idee chiare o confuse sul da farsi, quindi anche capacità di guardare avanti.

 

Una persona con organizzazione alta ha grandi doti di pianificazione e idee chiare. Solitamente precisa e accurata.

Una persona con organizzazione bassa è imprecisa e dispersiva, non in grado di autogestirsi né di pianificare ciò che deve fare.

 

2) OTTIMISMO

 

Misura quanto una persona sente di star raggiungendo le sue mete nella vita. Misura quindi la ricettività alle innovazioni, interessi, carica positiva e la tendenza ad amplificare i problemi, noia, assenza di entusiasmo (se il tratto è basso).

Una persona con ottimismo alto ha un tipo di carattere carico, interessato e positivo. Si accende con facilità.

Una persona con ottimismo basso non è soddisfatta completamente della sua vita. Spesso le manca l’interesse e l’entusiasmo. Tende ad essere molto realista e a non credere nelle opportunità.           

 

3) ANSIA

 

E’ la capacità di resistere allo stress e di mantenere sotto controllo una determinata area (come un lavoro, una trattativa, un progetto) anche quando questa va male.

E’ un indice di serenità e tranquillità.

 

Una persona con ansia bassa è una persona serena. È serena perché non ha particolari problemi nel suo ambiente e, se questi avvengono, non la turbano più di tanto: lei sente di poterli controllare.

Una persona con ansia alta è una persona nervosa ed irrequieta.

 

4) RIGIDITA'

 

Misura la coerenza di una persona. La certezza nelle proprie osservazioni e conclusioni, quindi costanza delle stesse.

(Nota che se una persona continua a cambiare idea, nella vita concluderà ben poco in quanto ogni tanto penserà che è meglio cambiare). E’ la capacità di mantenere la propria posizione in una discussione.

 

Una persona con la rigidità alta è molto costante nelle sue idee e difficilmente le mette in discussione. E’ un po’ testona.

Una persona con la rigidità bassa è altamente incostante ed imprevedibile. Muta idee molto rapidamente.

E’ confusa e dispersiva. Nonostante ciò non è facile correggerla o tenerla in carreggiata.

 

5) ENERGIA

 

E’ la capacità di movimento, dinamismo. Misura il livello di partecipazione ed il livello di energia nell’iniziare lavori da fare.

 

Una persona con l’attività alta, è molto attiva e dinamica. Inizia rapidamente le cose che deve fare (se anche il tratto Motivazione è alto). Gli piace muoversi, non è adatto a lavori sedentari. 

Una persona con l’attività bassa è limitata nei suoi movimenti. Tende a non muoversi.

 

6) ORIENTAMENTO AL RISULTATO

 

E' la convinzione in se stessi, l'autorità ed autorevolezza nell’espressione delle proprie idee. Le persone orientate al risultato hanno un'elevata capacità di convincere gli altri. E' anche un indicatore della velocità di concludere le cose.

 

Una persona con l'orientamento al risultato alto è un leader potenziale; persona molto autorevole e diretta, carismatica, in grado di convincere. Una volta che è partita, è veloce ed arriva rapidamente al dunque. Sa vendere. Ha grinta.

Una persona con l'orientamento al risultato basso è lenta e poco efficace; aggira i problemi, non affronta le situazioni di petto, non riesce a chiedere le cose direttamente  Persona umile ed un po’ inibita. Ha paura a chiedere le cose direttamente.  

 

7) LA RESPONSABILITA’

 

Misura quanto la persona si sente la causa o punto sorgente di quello che le succede e quanto si sente l’artefice dei risultati che ottiene. E' indice dell'iniziativa nel risolvere i problemi.

 

Una persona con responsabilità alta ha spirito di iniziativa. Sente che l’andamento delle cose nell’ambiente dipende da lei in primo luogo. Si sforzerà quindi di apportare miglioramenti e di influenzare le cose. D’altro canto a volte cerca anche di essere causa sul titolare e non accetta molto gli ordini (vorrebbe influenzare anche lui). Persona molto estroversa.

Una persona con responsabilità bassa è molto permalosa, introversa. Poco obiettiva.

Più questo tratto scende, più la persona si sente vittima delle circostanze e non si sente in grado di influenzarle. 

 

8) IL CRITICISMO

 

E' la capacità di valutare e accettare la realtà senza introdurre pregiudizi o punti di vista personali. Misura la tolleranza di una persona e la capacità di comprendere e vedere il punto di vista delle altre persone (quando il tratto è basso invece la persona le rifiuta e le critica).

 

Se il criticismo è alto la persona è in grado di comprendere molto bene le altre persone e le situazioni.  Accetta gli altri e può capire molto bene come mai la pensino in un modo piuttosto che in un altro. Fa analisi accurate.

Se il criticismo è basso non comprende bene gli altri. Generalmente ha un tipo di carattere tendente alla critica. Ha difficoltà a capire le istruzioni o quello che veramente serve per risolvere una determinata situazione. A volte può prendere degli abbagli. Critica e frustra i collaboratori.       

 

9) L’EMPATIA

 

Misura l'affetto per le altre persone e la voglia di mettersi nei panni degli altri, di ascoltarli con attenzione e interesse. E' anche la capacità di provare quello che provano gli altri.

 

Se una persona ha empatia alta mette veramente gli altri a proprio agio. E’ in grado di provare quello che gli altri provano e spesso se ne accolla i problemi. 

Una persona con empatia bassa è generalmente è fredda e insensibile nei confronti degli altri. Ciò non vuol dire che non sia in grado di aiutare amici o colleghi o clienti.

 

10) LA LIBERTA' DI ESPRESSIONE

 

E' indice dell'apertura di una persona, cioè quanto la persona esprime le sue idee liberamente.

Esprime anche cordialità ed ha la capacità di instaurare rapporti interpersonali e dare inizio ad una conversazione.

 

Una persona con una libertà di espressione alta è in grado di allacciare rapidamente rapporti interpersonali con persone nuove. È cordiale e, se la stabilità è alta, usa anche buone maniere ed è gentile.  Esprime le cose che pensa.

Una persona con una libertà di esmpressione bassa è molto ritirata. Anche se potrebbe parlare molto, raramente esprime tutte le cose che pensa.

 

 

 

ED ORA CHE CONOSCI QUESTE 10 CARATTERISTICHE DEI TIPI DI CARATTERE, A COSA TI SERVIRANNO?

 

Conoscere queste caratteristiche ti permette di comprendere come una persona che hai di fronte agirà e reagirà a certi tuoi comportamenti o comunicazioni. 

 

Nell'ambiente lavorativo è importante conoscere i tuoi collaboratori per comprendere quale sia il modo migliore per coinvolgerli e motivarli, non tutti "funzioniamo" allo stesso modo! 

 

In fase di selezione del personale è importante conoscere queste caratteristiche che sono le fondamenta di un rapporto di collaborazione duraturo... quanti bravi candidati si sanno "vendere bene" al primo appuntamento?

 

Le applicazioni sono moltissime, ti proponiamo un ESEMPIO PRATICO di come queste caratteristiche servono per la valutazione di una risorsa nell'area amministrativa!

 

 

ESEMPI DI APPLICAZIONE NELL’AREA AMMINISTRATIVA

 

Come si integrano queste caratteristiche con i ruoli lavorativi?

 

Conoscere i comportamenti di collaboratori e colleghi permette di motivarli e gestirli nelle situazioni difficili, prevedere in fase di colloquio quali saranno gli atteggiamenti della persona dopo i mesi iniziali e molto altro ancora!

 

Oggi, per portare un primo esempio semplice, ci soffermiamo su due esempi di analisi emotiva di collaboratori all’interno dell’area amministrativa.

 

Quali sono le caratteristiche emotive principali, che per sua natura, deve avere una persona nel recupero crediti ed in contabilità?

 

AREA RECUPERO CREDITI:

 

Le due caratteristiche personali emotive che una persona che lavora in area recupero crediti deve avere sono una bassa empatia ed un alto orientamento al risultato.

 

Perché?

 

Una bassa empatia garantisce che la persona, per sua natura, non si metta troppo nei panni delle altre persone (generalmente clienti insolventi), questo non significa che debba essere arrogante o non ascoltare in toto quello che il cliente insolvente porta a sua giustificazione.

Non mettendosi troppo nei suoi panni riesce a gestire la situazione, cercando una soluzione che sicuramente non sarà quella di sentirsi parte dei problemi finanziari reali o non del cliente.

 

L'orientamento al risultato è una caratteristica emotiva che rappresenta quanto una persona sia determinata e quindi risulti persuasiva, convincente e veloce nell'esecuzione dei compiti a lei assegnati.

Un alto orientamento al risultato permette ad un collaboratore dell’area recupero crediti di essere molto orientato al recupero del credito, come obiettivo finale, e quindi sarà disposto a trovare tutte le strade possibili per raggiungere questo scopo, che per sua natura, tenderà a perseguire senza fermarsi davanti agli ostacoli che incontrerà.

 

AREA CONTABILITA’:

 

Le due caratteristiche personali emotive che una persona che lavora in contabilità deve avere sono un’alta capacità organizzativa ed un'alta rigidità. Perché?

 

La capacità organizzativa di una persona è una caratteristica emotiva che la porta ad essere estremamente precisa ed organizzata. E’ capace di programmarsi e di definire le priorità, generalmente le persone con stabilità alta sono capaci anche di essere responsabili per ed organizzare il lavoro degli altri.

 

In contabilità avere una capacità organizzativa alta è sinonimo di precisione e puntualità, ma attenzione… le persone con questa caratteristica possono andare sotto stress con facilità, nel momento in cui non vedono realizzati i loro programmi stabiliti… è dunque compito del manager creare continuamente motivazione in queste persone.

 

La rigidità è la certezza nelle proprie convinzioni. Persone con la rigidità alta tendono ad essere un po’ più "testarde" delle altre ed è difficile che comprendano il punto di vista dell’interlocutore nella conversazione.

La contabilità è una delle poche aree dove una sicurezza elevata permette alla persona di essere consapevole delle proprie idee e procedure, meglio se riuscisse a metterle in discussione davanti a consigli del proprio responsabile!

 

Ok adesso ti starai chiedendo, alto orientamento al risultato, bassa empatia… ma come si misurano questi tipi di carattere?

 

ESISTE UN TEST UTILIZZATO DALLE PIU' GRANDI AZIENDE PER MISURARE TUTTO QUESTO IN POCHI MINUTI...

 

SCOPRI IL NOSTRO TEST DELLA PERSONALITA' SULLE SOFT SKILLS!

 

 

 

LUCA GRASSI Dopo 15 anni come imprenditore nel 2004 inizia la sua formazione con una primaria azienda a carattere nazionale mettendo a frutto una proficua esperienza nel campo della formazione delle risorse umane e consulenza direzionale. Fino a quando nel gennaio 2009 decide di tornare a fare l'imprenditore come Temporary Manager e fonda il progetto CONCORDIA SAS grazie all'unicità di partner e collaboratori che ne determinano la crescita. 

Attualmente formatore ufficiale di Elite Academy.

 

 

 

 

Please reload

Iscriviti al Blog

Rimani sempre aggiornato e formato!

 

ISCRIVITI AL BLOG

Post in evidenza

50 citazioni per ispirarti al meglio

March 25, 2018

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Cerca per tag