Come gestire un'azienda: diventa Hyper Manager

July 18, 2016

 

HYPER significa letteralmente iperattivo, eccitato, caricato.

 

Con questo termine gli americani intendono enfatizzare come “supersonico, potente” la parola che viene dopo.

 

Per questo ho coniato il termine Hyper-Manager per indicare la forza e la potenza che un imprenditore o un manager deve mettere in campo al fine di raggiungere la normale operatività della sua azienda, libero dai vincoli gestionali che lo affaticano, lo rallentano, insomma lo appesantiscono distogliendolo da quello che è la sua migliore caratteristica: “guardare avanti”.

 

Ma cosa ti distoglie e ti affatica nel fare management?

 

La gestione dei tuoi collaboratori? L’attenzione che devi mettere per essere sicuro che ognuno faccia bene il suo lavoro? Il dover intervenire in ogni area per avere la certezza che non ci siano intoppi? Assicurarsi che vengano mantenuti alti standard quantitativi e qualitativi? Fare da parafulmine tra gelosie e dicerie che si insinuano tra i collaboratori?

 

Prova a pensare: quale potenza potresti sviluppare se tu non avessi questi vincoli?

 

La risposta è: ENORME.

 

In questo caso un imprenditore o un manager riesce ad ottenere il massimo dei risultati con sforzo minore, unica legge matematica che garantisce maggiori utili e minore stress.... scopriamo chi è un HYPER MANAGER e COSA POTREBBE BLOCCARLO DURANTE IL SUO CAMMINO!

 

COME GESTISCE UN'AZIENDA L'HYPER-MANAGER:

 

  • COLUI CHE CONOSCE ALLA PERFEZIONE I SUOI COLLABORATORI

 

Seguendo il concetto base del matematico Pareto, scoprirai che la stessa regola potrà essere applicata per identificare i tre tipi di persone che abbiamo all’interno della tua struttura, quali sono le loro caratteristiche principali, cosa li influenza e cosa li rallenta, e quali sono i danni possibili di una scorretta gestione di queste personalità. Un Hyper Manager conosce i propri collaboratori, adotta stile di leadership differenti con ciascuno e li guida al risultato senza svolgere compiti operativi!

 

  • COLUI CHE CONOSCE PERFETTAMENTE L'ORGANIZZAZIONE DELLA PROPRIA AZIENDA

 

da quando imprendo sono molteplici i sistemi per definire un organigramma aziendale che ho incontrato, ma ne conosco uno solo che porta concretezza, quello che identifica correttamente i risultati desiderati e genera autodisciplina nel raggiungerli: per esattezza l’organigramma funzionale... tutti gli altri in confronto alla fine risultano solo dei bellissimi schemi grafici. Un Hyper Manager utilizza l'organigramma funzionale come punto fermo di ogni discussione che implica un'attribuzione di attività e ruoli!

 

  • COLUI CHE SA CHI LO RALLENTA... E LO GESTISCE

 

la carica energetica della nostra batteria potrebbe essere paragonata ad una centrale nucleare, ma in alcuni momenti ci sentiamo come una stilo scarica; attraverso una introspezione comprenderai quando e perché questo avviene, ma soprattutto se lo vorrai scoprirai come poterti auto-caricare. Un Hyper Manager non si fa condizionare dagli alti e bassi, li gestisce, sa quando è il momento di evitare una discussione e non prende mai decisioni affrettate (nel momento in cui ha uno stato emozionale alterato).

 

  • COLUI CHE FA VALERE LA "REGOLA D'ORO" DELL'ETICA AZIENDALE

 

in azienda come nella vita possono accadere cambiamenti che toccano le esigenze anche vitali sia nostre che dei nostri collaboratori, e bendarsi gli occhi non serve, alla fine la loro forza è disgregante. Devi sapere che esiste la possibilità di comprendere quali atteggiamenti si innescano e cosa determinano nei team, come affrontare la situazione e quali responsabilità devi gestire, poiché il non farlo alla lunga genera instabilità e può portare all'estinzione dell'azienda stessa.

 

 

 

Al mio corso Hyper-Management, che programmerò a breve, scoprirai tutto questo, aprirai una finestra di riflessione su come cambiare le tue regole aziendali e sprigionare tutta la tua potenza manageriale.

 

 

 

QUALI SONO I VINCOLI GESTIONALI CHE DEVI SUPERARE PER DIVENTARE UN HYPER-MANAGER E GESTIRE L'AZIENDA?

 

1. Mantenere alta l’immagine dei suoi prodotti e del suo brand

 

Per raggiungere questo risultato è sufficiente porsi questa domanda di una semplicità disarmante: “I clienti mi cercano o devo cercarli?”

 

Nel primo caso “i clienti mi cercano” vuol dire che il tuo prodotto o servizio è posizionato e riconosciuto dal mercato. La tua attenzione deve rimanere focalizzata nel mantenere una continua comunicazione del Brand attraverso tutti i sistemi social, giornali, radio, advertising tradizionale. Pensate a Coca Cola o al cornetto Algida: anche se non con gli stessi budget il risultato è quello di avere una costante visibilità.

 

Nel secondo caso “devo cercarli” le azioni da mettere in campo sono: fai un analisi dei tuoi clienti, scopri che caratteristiche hanno in comune e perché usano il tuo prodotto. A questo punto inizia a comunicare con una tecnica molto potente di PNL, detta “ricalco” e “guida”, il cui messaggio in sostanza dice: “io ti conosco e so che hai questo tipo di problema. Io l’ho risolto grazie a…” e indichi il metodo senza spiegare tecnicamente il prodotto o servizio.

 

Ricorda che i clienti comprano il vantaggio o beneficio che possono ottenere usando il tuo prodotto o servizio quindi non perderti in tecnicismi!

 

A questo punto ti basterà comunicare sui canali corretti Social, Blog, ecc, queste informazioni e con il passare del tempo i tuoi potenziali clienti incominceranno a pensare che sei tra i principali leader del tuo settore e inizieranno a cercarti aumentando così il valore del tuo Brand. 

 

2. Mantenere alto il venduto giornaliero

 

Se non hai un direttore commerciale devi farlo tu, e il tuo risultato è semplicissimo: devi avere uomini che fanno alti volumi di vendita e fortemente motivati. Per far questo devi conoscere ogni tuo singolo venditore in intimità e capire quale è il livello di necessità che deve soddisfare con il suo lavoro. Spesso potrebbe stupirti scoprire che non è solo il fattore economico, ma dimostrare a qualcuno che è in gamba. Aiutalo a raggiungere i primi risultati e paragonali al suo vero obiettivo qualunque esso sia.

 

Se farai questo nei primi sei mesi, oltre ad insegnare loro ad usare le statistiche commerciali, avrai uomini motivati e vendenti.

 

3. Mantenere alta la produttività

 

Ecco qui le cose si complicano un pochino a seconda del tipo di azienda che hai, e ti voglio fare questa domanda: “Hai un Organigramma funzionale?”

 

Provo a farti capire cosa intendo per funzionale. Ogni angolo della tua azienda è conosciuto da te e dai tuoi uomini, sai esattamente quali sottoprodotti (compiti, azioni) dovrà fare il magazziniere per raggiungere il risultato necessario per questo ruolo “merce dal cliente entro la data indicata sull’ordine”. Inoltre anche in questo caso servono statistiche per misurare e incentivare.

 

4. Mantenere alto l’incassato e liquidità

 

Altrimenti... che lavoriamo a fare?

 

5. Ottenere utili

 

In questo caso devi essere un maniaco del controllo di gestione, avere un cruscotto continuamente aggiornato che ti dice dove sei rispetto al tuo punto di pareggio BEP (break even point) e rispetto ai budget tracciati.

Solo se sai quanto carburante hai e quanto consumi potrai gestire lo sforzo necessario al raggiungimento del tuo obiettivo. Scarica gratuitamente l’ebook “I 7 indici di bilancio che devi conoscere della tua azienda” per capire da dove partire!

 

Ti ringrazio di aver letto fin qui i miei suggerimenti su COME GESTIRE UN'AZIENDA, adesso, se lo vorrrai, potrai scaricare gratuitamente il mio e-book per continuare il tuo allenamento come hyper-manager "Sansone il cane cieco: come migliorare la tua autostima"

 

Grazie

Luca Grassi

Allenatore d’impresa

 

 

 

 

 

LUCA GRASSI Dopo 15 anni come imprenditore nel 2004 inizia la sua formazione con una primaria azienda a carattere nazionale mettendo a frutto una proficua esperienza nel campo della formazione delle risorse umane e consulenza direzionale. Fino a quando nel gennaio 2009 decide di tornare a fare l'imprenditore come Temporary Manager e fonda il progetto CONCORDIA SAS grazie all'unicità di partner e collaboratori che ne determinano la crescita. 

Attualmente formatore ufficiale di Elite Academy.

 

Please reload

Iscriviti al Blog

Rimani sempre aggiornato e formato!

 

ISCRIVITI AL BLOG

Post in evidenza

50 citazioni per ispirarti al meglio

March 25, 2018

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Cerca per tag